Seguici

Cerca nel sito

Fatti

Zaia zittisce le sciocchezze sul lockdown per i non vaccinati: “La Costituzione non lo prevede”

siccità veneto

Il Governatore del Veneto Luca Zaia smentisce su tutta la linea le ipotesi irresponsabili rilanciate da molte testate: “Nella riunione di ieri della conferenza delle Regioni non si è parlato di modello Austria. Stante oggi la Costituzione e il Paese che siamo, pensare di fare un lockdown per i non vaccinati non è possibile. Per me non è praticabile dal punto di vista giuridico”

A dispetto dell’enorme mole di disinformazione che si leggeva su molte testate locali e nazionali negli scorsi giorni, in cui si parlava di un presunto “fronte dei governatori” favorevoli ad un lockdown solo per i vaccinati, a cui avrebbe aderito lo stesso Governatore del Veneto Luca Zaia, il diretto interessato smentisce su tutta la linea queste ipotesi irresponsabili: “Nella riunione di ieri della conferenza delle Regioni non si è parlato di modello Austria. A mio avviso, però, stante oggi la Costituzione e il Paese che siamo, pensare di fare un lockdown per i non vaccinati non è possibile. Per me non è praticabile dal punto di vista giuridico”. Così il governatore Luca Zaia sulle ipotesi di chiusure e restrizioni differenziate per le persone che rifiutano la vaccinazione Covid. “Al di là di questo, – ha aggiunto – se c’è qualcuno convinto e vuol tentare di farlo in autonomia lo può fare. Immagino, per un fatto pratico, che sia un’avventura che poi non si concretizza”

-advertising-

In un mondo così attento ai diritti e alle minoranze questo fiume di ipotesi totalmente campate in aria e spacciate per verità sono di gravità assoluta

Rimane da chiedersi quale sia il senso di questa disinformazione condotta in maniera del tutto irresponsabile e a dispetto di qualsiasi realtà oggettiva. Gli operatori dell’informazione e le testate che li stipendiano dovrebbero fare un serio esame di coscienza su come la loro condotta, che infrange qualsiasi basilare norma deontologica della professione giornalistica poichè non basata su fatti oggettivi, si configuri nei fatti come un inutile e grave procurato allarme. In un mondo così attento ai diritti e alle minoranze questo fiume di ipotesi totalmente campate in aria e spacciate per verità sono di gravità assoluta. Oggi ci ha pensato il presidente della regione Zaia a zittire questa marea di sciocchezze. Ma possibile che all’Ordine dei Giornalisti nessuno abbia qualcosa da dire?

La redazione

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico