Seguici

Cerca nel sito

Ultime notizie

Veneto zona rossa da lunedì: lista (breve) delle principali regole

Da domani, lunedì 15 marzo, il Veneto entra in zona rossa. Non un lockdown ma poco ci manca. Ecco la lista dei principali divieti e delle regole più importanti

Si ricomincia. Dopo mesi di relativa tranquillità, il Veneto torna in zona rossa. Non un lockdown, ma poco ci manca. In queste ore si cerca di capire cosa sia vietato e cosa, invece, sia consentito. Ecco una lista breve delle principali regole in vigore da domani.

-advertising-

Innanzitutto rimangono l’obbligo ad indossare la mascherina fuori dalla propria abitazione e il coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00.

“vietato uscire dal proprio comune”

Spostamenti: vietato uscire dal proprio comune se non per motivi di lavoro, urgenti o di salute. Tra questi c’è l’assistenza ad anziani non autosufficienti, a minori (come per i nonni che devono tenere i bambini a casa da scuola), il volontariato relativo alla pandemia. Vietato uscire di casa. Autorizzate uscite solo per acquisti nei negozi autorizzati a rimanere aperti, per camminate o passeggiate, per portare fuori il cane ma rimanendo nei pressi dell’abitazione, per buttare le immondizie.

Esercizi commerciali: rimangono aperti e quindi fruibili quelli di prima necessità. Tra questi: generi alimentari, farmacie e parafarmacie, edicole, tabaccai, elettronica, ferramenta, profumerie, vivai e negozi di giocattoli. Chiusi tutta la settimana i centri commerciali, ma rimangono aperti solo gli esercizi di prima necessità al loro interno. Autorizzati solo i mercati alimentari, agricoli e vivaistici. Può recarsi a fare la spesa una sola persona per nucleo familiare. Chiusi barbieri, parrucchieri e centri estetici.

“chiuse le scuole di ogni grado, dagli asili alle superiori”

Scuole: chiuse le scuole di ogni grado, dagli asili alle superiori. Lezioni al computer sin dalla prima elementare. Uniche eccezioni studenti con disabilità o problematiche educative specifiche. Università chiuse, ad eccezione di pochissime attività individuate dagli atenei come indispensabili.

Visite: le visite a parenti ed amici sono assolutamente vietate. Eliminata la deroga natalizia che prevedeva una visita al giorno, verrà temporaneamente reintrodotta solo durante le festività di Pasqua, ovvero il 3,4 e 5 aprile.

“è consentito solo l’asporto”

Bar e ristoranti: è consentito solo l’asporto. Fine alle 18 è consentito a tutti, dalle 18 in poi solo a ristoranti, enoteche e negozi di bevande. Vietato l’asporto per i bar e le attività similari sprovviste di cucina. Consumazioni vietate all’interno, all’esterno e nelle vicinanze degli esercizi. Consentita a tutti consegna a domicilio.

Seconde case: spostamenti consentiti solo se proprietari o affittuari da prima del 14 gennaio 2021 e se nella casa non ci sono altri inquilini.

“Consentito il jogging e il ciclismo, ma da soli e rimanendo nei pressi della propria abitazione”

Attività fisica: chiuse palestre e piscine. Consentito il jogging e il ciclismo, ma da soli e con punto di partenza e di arrivo casa propria (non si può ad esempio caricare la bici sulla macchina e spostarsi). Chiusi circoli sportivi pubblici e privati. Vietati gli sport di squadra e di contatto.

Mostre, musei e biblioteche: chiuse mostre e musei, biblioteche aperte su appuntamento.

Funzioni religiose: consentite e permesso parteciparvi nel rispetto dei protocolli.

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Nei primi giorni di luglio, dall’8 all’11 ci sarà un ritorno alle vecchie restrizioni con Venezia in Zona Rossa per il G20 Il G20...

Fatti

Primo giorno di zona arancione per il Veneto. Aumentano i contagi, scuole osservate speciali. Ma il governatore Luca Zaia ha già per le mani...

Copyright © 2021 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it