Seguici

Cerca nel sito

Fatti

Veneto, arriva la pioggia

veneto meteo

Pioggia e maltempo nelle prossime ore in Veneto. Sulla pianura i fenomeni saranno più probabili dal tardo pomeriggio/sera e nella notte tra lunedì e martedì. Non si escludono fenomeni localmente intensi

Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione del Veneto ha emesso oggi un avviso in cui prevede che oggi, lunedì 4 luglio, si potranno verificare locali temporali di calore sulle zone montane, favoriti dagli elevati valori di temperatura e umidità. In particolare sulle Dolomiti dove non si esclude qualche isolato fenomeno intenso. Arriva la pioggia in Veneto.

-advertising-

In seguito, tra le ore centrali di oggi e quelle di martedì 5 luglio, il transito da ovest a est di un impulso perturbato determinerà una fase di instabilità. Dapprima sulle zone montane e pedemontane e poi anche sulla pianura. Sulle zone montane e pedemontane saranno probabili rovesci e temporali da locali a sparsi a partire dalle ore centrali di lunedì. Sulla pianura invece i fenomeni saranno più probabili dal tardo pomeriggio/sera e nella notte tra lunedì e martedì. Non si escludono fenomeni localmente intensi (forti rovesci, grandinate, forti raffiche di vento).

Il possibile verificarsi di rovesci o temporali localmente anche intensi, potrebbe creare disagi al sistema fognario

Si prevede criticità idrogeologica, con particolare riferimento alla rete idraulica secondaria. Stabilendo dalle 16.00 di oggi fino alle 14.00 di martedì 5 luglio, lo stato di Attenzione (allerta gialla) per i bacini: Alto Piave (BL), Piave Pedemontano (BL-TV), Alto Brenta – Bacchiglione -Alpone (VI-BL-TV-VR), Adige- Garda e Monti Lessini (VR), Po, Fissero-Tartaro- CanalBianco e Basso Adige (RO-VR), Basso Brenta – Bacchiglione (PD-VI-VR-VE-TV), Basso Piave – Sile e Bacino scolante in laguna (VE-TV-PD), Livenza – Lemene e Tagliamento (VE-TV). 

Il possibile verificarsi di rovesci o temporali localmente anche intensi, potrebbe creare disagi al sistema fognario e di drenaggio urbano e lungo la rete idrografica minore. Si segnala la possibilità d’innesco di fenomeni franosi superficiali sui versanti. E la possibilità di innesco di colate rapide specie nelle zone di allertamento di Vene-A, Vene-H, Vene-B e Vene-C.

La redazione

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico