Seguici

Cerca nel sito

Ultime notizie

Il Veneto spiazza tutti e lancia la prima versione del passaporto vaccinale

veneto passaporto vaccinale

Su indicazione delle autorità regionali le Ulss venete rilasceranno un certificato di avvenuta vaccinazione. Un documento, quello del Veneto, che anticipa il passaporto vaccinale.

La Regione Veneto ha dato indicazione alle proprie Ulss di fornire ai vaccinati una ricevuta dell’avvenuta somministrazione del vaccino anti Covid. Il Veneto è così la prima regione che provvede a rilasciare un certificato che testimonia l’avvenuta vaccinazione. Alcune Ulss già lo rilasciavano, mentre presso altre se ne doveva fare esplicita richiesta. Da adesso invece si tratterà di un automatismo, e tutti coloro che si vaccineranno riceveranno lo certificazione. Il Veneto anticipa così tutti quanti rispetto alla questione passaporto vaccinale. L’obiettivo principale è quello di salvaguardare in una qualche maniera il comparto del turismo, massacrato dalla pandemia.

-advertising-

L’idea divide i Paesi europei

La certificazione sarà inoltre in duplice lingua, italiano e inglese, per esplicita richiesta del governatore della regione veneto Luca Zaia. Che anticipa così le scelte di Bruxelles, orientata a produrre un documento europeo che permetta ai cittadini di viaggiare e lavorare all’estero. Certo, sono in molti a protestare perché un’impostazione di questo genere rischia di discriminare chi il vaccino non lo vuole fare. Ma l’UE garantisce che tutto sarà improntato alla massima tutela. L’idea divide i Paesi europei: favorevoli Grecia, Portogallo, Malta e paesi scandinavi. Forti le perplessità della Germania, mentre fuori dall’Unione anche la Gran Bretagna rimane dubbiosa sull’introdurre questo tipo di documento.

Nel frattempo i tecnici della Regione Veneto stanno aggiornando la vecchia App Vaccini e Prevenzione per rendere il certificato della regione disponibile anche su supporto digitale, così da poterlo esibire anche tramite smartphone.

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
1 Comment

1 Comment

  1. Sandra Franzo

    7 Marzo 2021 at 20:55

    Sarebbe bello che tutti i veneti potessero accedere al vaccino, soprattutto gli over 80, le persone più a rischio. Il 75 per cento dei morti per covid appartengono a questa categoria. In altre Regioni si è deciso di partire proprio dai più anziani, i centenari (che non saranno tanti, purtroppo). In altre Regioni si è deciso di vaccinare TUTTI gli over 80. In Veneto, il Govetnatore Zaia e l’assessore Lanzarin hanno deciso, unici in tutt’Italia, di cominciare dai “più giovani”, cioè da chi ha 80 anni, e poi gli altri. Le classi più anziane,dal 1937 in poi, non erano nemmeno previste dal Piano Vaccinale del Veneto perche troppo vecchie. Prive di attività sociale. Dichiarazioni pubbliche che hanno provocato le proteste e l’ indignazione dei Pensionati e di Arrigo Cipriani, patron dell’Harry’s Bar di Venezia. Per ora le proteste hanno portato la Asl 3 a rivedere il piano e programmare le vaccinazioni anche per le persone più anziane. La classe 1937 comincierà il 22 marzo. La Als 4 non sa. Non si sa. Si spera. Il 75 per cento dei morti per Covid sono OVER 80. OVer. Viene dall’inglese. Non significa a partire da. Significa sopra. Significa che il rischio sale con l’età. Significa che se hai 90 anni sei più a rischio di chi ne ha 79… A proposito, poi, degli anziani che non hanno vita sociale, vorrei chiedere al Governatore Zaia come ha fatto a morire di covid il 75 per cento degli over 80 se non ha vita sociale. Si sarà infettato da solo?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Ultime notizie

Da domani, lunedì 15 marzo, il Veneto entra in zona rossa. Non un lockdown ma poco ci manca. Ecco la lista dei principali divieti...

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Nei primi giorni di luglio, dall’8 all’11 ci sarà un ritorno alle vecchie restrizioni con Venezia in Zona Rossa per il G20 Il G20...

Copyright © 2021 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it