Seguici

Cerca nel sito

Persone

Tomaso Albinoni, il “musico di violino dilettante veneto”

tomaso albinoni

Musicista, compositore, direttore dell’orchestra di Baviera, Tomaso Albinoni tra musica barocca e oboe

Tomaso Albinoni, compositore e musicista di incredibile fama amava definirsi “Musico di violino dilettante veneto”. Tuttavia, questo soprannome dovette cominciare a stargli stretto nel momento in cui divenne un professionista. Accadde alla morte del padre, nel 1709.

-advertising-

La sua formazione comprendeva violino e canto. Contrariamente a molti autori del suo tempo, compose in maniera indipendente, senza cercare mecenati, fossero essi ecclesiastici, nobili o addirittura famiglie reali. Tuttavia, nel 1722 fu Massimiliano Emanuele II, Elettore di Baviera a invitarlo a dirigere la sua orchestra.

Tomaso Abinoni era famoso per la concertistica barocca, le sue opere liriche sono andate perse

La musica di Tomaso Albinoni era sempre carica di significati e intensità. La sua caratteristica più famosa è legata alla concertistica barocca. Ma è importante anche per la musica strumentale, in particolare per i concerti per Oboe, che arricchivano il suo repertorio.

Tuttavia, Albinoni compose anche una cinquantina di opere liriche, di cui purtroppo restano soltanto poche arie. Infatti, tutti questi suoi componimenti sono andati perduti. Se n’è salvata soltanto una il “Radamisto” composta nel 1701, di cui abbiamo la partitura completa.

Persino Bach apprezzava il suo talento, tanto da scrivere alcune fughe sui suoi temi

Tra i tanti suoi ammiratori, ce n’è uno incredibilmente famoso e illustre. Si tratta di Johann Sebastian Bach che restò molto colpito e attratto dall’opera di Tomaso Albinoni, tanto da scrivere almeno due fughe proprio sui temi del compositore veneto.

Inoltre, Bach, usò i bassi di armonia di Albinoni come esercizio per gli studenti che seguiva. Anche Albinoni stesso, tornato a Venezia nel 1725, si dedicò all’insegnamento, in particolare di canto. Col passare degli anni smise di comporre, finché non si spense nel 1751.

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico