Seguici

Cerca nel sito

Fatti

Serit a Fieracavalli con il progetto “Un ferro di cavallo portafortuna al profumo di caffè”

serit fieracavalli

A Fieracavalli di Verona un laboratorio dedicato alle famiglie e a chiunque voglia mettersi in gioco con la fantasia e la manualità creativa. Mariotti, presidente di Serit: “Siamo presenti con un progetto che va a valorizzazione la creatività dei bambini, impegnandoli nell’ideazione e costruzione di oggetti con l’uso di materiali provenienti dalla raccolta differenziata dei rifiuti”

Nell’ambito della 124ma edizione di Fieracavalli, in programma dal 3 al 6 novembre, nel padiglione 1 è stata ricavata un’area sostenibilità dedicata alle famiglie e ai bambini in particolare. Un ampio spazio riservato alla scoperta del mondo dei cavalli con diversi momenti didattici, di spettacolo e musica. L’obiettivo è quello di promuovere le buone pratiche eco-sostenibili grazie al coinvolgimento di aziende quali AGSM AIM, Amia, Serit e Acque Veronesi che nel corso della manifestazione propongono laboratori artistici-ludico creativi.

-advertising-

Il tutto nell’ambito dell’apposita Area sostenibilità, una novità dell’edizione 2022 di Fieracavalli, all’interno di un padiglione completamente dedicato ai ragazzi non solo per avvicinarli al rapporto con il cavallo ma ampliata appunto di un’ area ludico-didattica con diversi momenti di animazione educational.

Massimo Mariotti: “Un progetto che va a valorizzazione la creatività dei bambini”

“Per quanto ci riguarda , anche quest’anno abbiamo proposto un progetto che va a valorizzazione la creatività dei bambini, impegnandoli nell’ideazione e costruzione di oggetti con l’uso di materiali provenienti dalla raccolta differenziata dei rifiuti”, spiega il presidente di Serit Massimo Mariotti. “Lo abbiamo denominato Un ferro di cavallo portafortuna al profumo di caffè. Abbiamo messo a disposizione del nostro laboratorio plastica, carta e cartone, avanzi di stoffa, bottoni, fili di lana, nastrini, scarti di legno e sughero con i quali realizzare un ferro di cavallo portafortuna che poi resterà a chi si si è cimentato in questa pratica di riuso dei materiali, arricchito di chicchi di caffè. Ecco quindi che riciclando materiali destinati allo scarto è possibile magari trasformarli in oggetti di riutilizzo o comunque utili all’arredamento”.

Un laboratorio dedicato alle famiglie e a chiunque voglia mettersi in gioco con la fantasia e la manualità creativa

Un laboratorio dedicato alle famiglie e a chiunque voglia mettersi in gioco con la fantasia e la manualità creativa, aperto con orario continuato fino alle 18 di tutti i giorni della manifestazione, con l’obiettivo di far sperimentare ai partecipanti diverse modalità di riutilizzo. Serit, azienda che effettua la raccolta differenziata in una sessantina di Comuni del veronese, ha creato pertanto all’interno del padiglione 1 di Veronafiere un’area in grado di favorire lo sviluppo di una coscienza ambientale per la salvaguardia del territorio anche grazie alla presenza di operatori in grado di fornire utili consigli in merito ad una buona gestione dei rifiuti.

La redazione

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Persone

Il mitico cantante Bobby Solo, talmente innamorato di Badia Polesine da decidere di viverci, denuncia una truffa lunga trent’anni che gli sarebbe costata centinaia...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico