Seguici

Cerca nel sito

Luoghi

La Santa Corona che cela l’essenza dei Colli Berici

All’interno dei chiostri della chiesa di Santa Corona a Vicenza è nascosto un tesoro che racconta la storia e il patrimonio naturale dei Colli Berici

Talvolta l’inaspettato nasconde la bellezza. Quando questo avviene, alla meraviglia si dovrebbe unire il senso di riconoscenza per il dono che non ci si aspettava. Se vi troverete a passeggiare per il centro di Vicenza, un luogo che vi potrebbe sorprendere è la chiesa di Santa Corona. Al suo interno due chiostri dove potrete trovare la storia e l’essenza dei Colli Berici. Ospitate all’interno delle sale reperti della flora, della fauna e delle specie che, nei secoli, hanno caratterizzato il territorio vicentino e che oggi sono raccolte nel Museo Archeologico e Naturalistico di Santa Corona. Le vicende del museo sono strettamente legate a quelle dei due chiostri a ridosso della chiesa di Santa Corona. Nello scorrere del tempo i due ambienti sono stati sede dell’Inquisizione, ospedale, scuola. Pesante la distruzione che patirono a causa delle bombe alleate durante la Seconda guerra mondiale. Oggi i suoi ambienti sono adibiti a sale espositive.

-advertising-

Un mondo perso nei secoli, ma che risveglia fascinazioni ancestrali

Un museo quello della Santa Corona che racconta la storia dell’uomo e dei Colli Berici ripercorrendo un excursus storico lunghissimo che va dal paleolitico fino all’alto Medioevo. Percorrendo le sale del museo, alcune più strette altre più ampie e luminose, si viene catapultati indietro di millenni, riscoprendo l’uso delle mani e l’odore della ceramica, il freddo delle lamine intagliate e delle lame usate per cacciare, cucinare, afferrare o difendersi. Un mondo perso nei secoli, ma che risveglia fascinazioni ancestrali. Sarà per questo che l’arte dell’intaglio è quella che tuttora suscita il maggior interesse da parte dei visitatori. Le lamine votive di Piazzetta San Giacomo documentano l’esistenza di un insediamento veneto risalente al I sec. a. C. e raffigurano uomini e donne, ritratti durante i riti di iniziazione o altre scene di vita quotidiana. Il tesoro rappresentato dall’essenza delle terra e della storia, nascosto in un luogo sconosciuto ai più.

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico