Seguici

Cerca nel sito

Uncategorized

Esprime la sua opinione su Putin: alla gogna professoressa russa

Un commento su Putin fatto dalla professoressa di russo, e subito la gogna mediatica sui giornali la condanna

Gogna mediatica per una professoressa che ha osato esprimere la propria opinione sul conflitto in atto in Russia, giustificando l’azione di Putin. Sì perchè, ormai, la libertà tanto decantata è necessariamente a senso unico, o si predica la “vulgata” ufficiale o si rischia di finire addirittura sul giornale se non, addirittura, di perdere il posto, come si è visto per ben altri argomenti.

-advertising-

La frase incriminata è stata detta all’istituto Pietro Scalcerle di Padova, un liceo linguistico e Istituto tecnico, dalla docente… di russo. Dunque, qualcuno che ha studiato e si è laureata in lingua, cultura e letteratura russa, e non certo che parla per sentito dire, considerando che il suo nome è Pavlova Ivanka Nikolaevna.

«Si è istigato fin troppo» la frase sulla Russia e su Putin della professoressa ha scatenato un’assurda gogna mediatica

«I missili russi? È comprensibile che il presidente Putin li abbia lanciati. Quando la pazienza finisce finisce, è stato istigato fin troppo».  È bastato questo a scatenare la reazione indignata e sconvolta degli alunni, abituati a una narrazione molto diversa di questa guerra, e del mondo, divisa tra “buoni e cattivi”.

La denuncia al Corriere del Veneto è partita da una cittadina ucraina, italiana dal 2012. «Come si fa a dire una cosa di questo tipo a dei ragazzini? I ragazzi in classe hanno chiesto alla docente la sua opinione sui terribili fatti di cronaca accaduti in quelle ore e la risposta è stata questa? La professoressa ha fatto un lungo discorso dicendo che il Presidente russo non aveva altra scelta, che lei sostiene la sua decisione e che non avrebbe fatto male a nessuno perché avrebbe puntato obiettivi militari. Alcuni studenti hanno anche provato a obiettare, dicendo che in fondo a prescindere dalle ragioni è una guerra che causa e causerà morti. Ma lei ha risposto che c’è un limite oltre il quale la pazienza finisce. Le loro famiglie sono molto colpite».

Il preside chiarisce che stava semplicemente chiacchierando con i colleghi ed esprimendo la sua opinione…. si può ancora fare?

Si è andato addirittura a scomodare il preside, Giuseppe Sozzo, che in un primo momento non ne sapeva nulla, ma che si è prontamente informato sui fatti, chiarendo come la situazione fosse diversa da come è stata riportata in un primo momento. Ecco le parole del preside sulla vicenda.

«Mi sono informato con i miei delegati  la docente non stava parlando con i ragazzi ma con altri colleghi in corridoio. I ragazzi hanno colto la sua posizione, favorevole alle azioni russe, nel dialogo che stava facendo con altri docenti; tant’è che poi hanno chiesto ad un’altra docente come fosse possibile sostenere una posizione di questo tipo. La docente ha risposto ovviamente che si tratta di posizioni personali; e ognuno di noi è libero di pensarla come ritiene più opportuno e l’episodio si è chiuso così. Personalmente avevo dato indicazioni di parlare con i ragazzi di quello che stava accadendo». Un po’ differente dalla versione degli studenti. In questo caso però la gogna mediatica non ha avuto conseguenze professionali per la docente.

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico