Seguici

Cerca nel sito

Fatti

Bassano: 800 penne nere sfilano per la restituzione del loro Ponte

800 Alpini con i labari combattenti sono sfilati ieri sul ponte di Bassano per la cerimonia di restituzione dell’amatissimo manufatto alla città dopo l’opera di restauro

Ottocento ‘penne nere’, con i labari combattentistici, sono sfilate ieri sulle campate del Ponte degli Alpini, per la cerimonia di restituzione dopo il restauro dello storico manufatto alla città di Bassano, di cui è il simbolo nel mondo. Alla cerimonia sono intervenuti, tra gli altri, il presidente del Senato, Elisabetta Casellati, il segretario di Stato Vaticano, mons. Pietro Parolin, il governatore del Veneto, Luca Zaia, il sindaco Elena Pavan.

-advertising-

Più che una cerimonia una festa, con il ponte palladiano in legno addobbato con i tricolori, Un programma sacrificato solo dalle norme anti-Covid, che hanno impedito un’adunata ancora maggiore di alpini a Bassano (intorno all’area era stata stabilita una presenza massima di 3mila persone,) e momenti separati tra la sfilata e il taglio del nastro da parte delle autorità.

Il restauro, costato 7 milioni, ha sanato una situazione di forte degrado

Il Ponte di Bassano, sul fiume Brenta – la prima struttura in legno risaliva al 1.200 – fu più volte distrutto, e poi ricostruito. Alcune volte si trattò di devastanti alluvioni, altre di eventi bellici, come nel febbraio 1945, quando fu fatto saltare in aria dai partigiani.
L’ultimo restauro, per problemi statici della struttura, era iniziato nel 2015, e dopo varie interruzioni, si è concluso nel maggio scorso. Il restauro, costato 7 milioni, ha sanato una situazione di forte degrado sia nelle parti sommerse che in quelle esterne. Il monumento è stato alleggerito nella struttura, e sollevato di 45 centimetri nella parte collassata, le fondazioni lignee interamente sostituite con travi reticolari e pilastri in acciaio. Dal Cinquecento la struttura riprende il progetto di Andrea Palladio.

Nel 2019 il ponte è diventato Monumento nazionale. “Ora voglio candidarlo a patrimonio Unesco”, ha detto Zaia durante la cerimonia.

La redazione

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico