Seguici

Cerca nel sito

Luoghi

Natura e buon vino, l’incanto della Valpolicella

Valpolicella
Filari di vite in Valpolicella.

Prendiamoci del tempo per scoprire questo territorio incredibile, per conoscere le cantine e le colline dove si produce un vino unico al mondo. Partiamo per la Valpolicella

Fiore all’occhiello per la sua produzione vinicola d’eccezione, per i suoi panorami collinari mozzafiato, fatti di filari a vista d’occhio e tramonti d’autore, la Valpolicella, nel veronese è di certo un territorio che merita di essere visitato con la giusta calma per assaporarne le bellezze e i sapori.

-advertising-

Naturalmente, la prima cosa che viene in mente quando si pensa a questi territori è proprio il vino. Valpolicella e Amarone sono così rinomati e conosciuti da aver sicuramente ornato la nostra tavola ben più di una volta. Ma cosa si cela dietro queste eccellenze? Perché sono così speciali? (Discorso che si potrebbe fare per tutti i vini veneti ovviamente… ma cominciamo da qui…)

Non solo vino, però, in Valpolicella si mescolano arte, cultura, poesia e sapori in un unicum incredibile e maestoso

Sono ben 240 chilometri quadrati che si estendono dal Lago di Garda fino a Verona. Sono prevalentemente costituiti da colline, coltivate a filari di vite, che garantiscono il peculiare paesaggio. Se ci prendiamo del tempo per attraversarlo (magari facendo il giro delle cantine) noteremo che c’è molto di più.

I paesi della valle, infatti, meritano una sosta e una visita. Vi troveremo piccoli gioielli con ville venete e corti rurali rinascimentali, ma anche antiche pievi romaniche e piccole chiesette di campagna. Alcuni esempi? Fumane, naturalmente, ma anche Negrar, Marano di Valpolicella e S. Ambrogio di Valpolicella.

Paesaggi naturalistici nascosti e unici, tutti da scoprire, tra una cantina e un filare di vino

Non solo vino e arte, anche natura. Una natura selvaggia e imprevedibile. È il caso del ponte di Vej. Un massiccio ponte naturale di roccia, spesso 9 metri, con un’arcata di 20 metri di altezza e 50 di larghezza. Si trova sospeso sopra il torrente omonimo, che scende verso la Valpantena. È il più imponente monumento geologico della Lessinia e uno dei più importanti monumento naturali d’Italia.

Decisamente singolari sono invece le cave di Prun. Si trovano sulla strada che da Prun porta a Cerna. Oggi tuttavia sono abbandonate ma rappresentano uno spettacolo incredibile. Si possono visitare liberamente e questo aumenta decisamente il loro fascino.

Girare per cantine per riscoprire la tradizione di un vino tutelato e amato in tutta Italia

Non si può, però, pensare di fare un giro in Valpolicella senza andarsene in giro per cantine, scoprendo i segreti dell’Amarone e del Valpolicella classico. Magari approfittandone per qualche degustazione, o qualche cenetta all’aperto, con una vista mozzafiato su quei filari che danno origine al pregiato vino che stiamo bevendo.

I vini prodotti in Valpolicella sono tutelati dal Consorzio per la Difesa dei Vini Tipici della Valpolicella, attivo fin dal 1924. Un ente che si impegna per tutelare le eccellenze della regione: Valpolicella DOC, Valpolicella Ripasso DOC, Amarone della Valpolicella DOCG, Recioto della Valpolicella DOCG.

Per scoprire la bontà di questi vini non ci resta che assaggiarli. Per scoprire la bellezza della Valpolicella non ci resta che partire per una gita alla scoperta di quel territorio incantato.

Elisa Filomena Croce

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico