Seguici

Cerca nel sito

Ultime notizie

Bolletta da 52mila euro: chiude fornace “al femminile” di Murano

Chiude a Murano la Fornace El Cocal, piccola impresa tutta al femminile nata durante la pandemia ma ora schiacciata inesorabilmente dal caro-energia

Si spegne oggi il fuoco che alimenta a Murano la Fornace El Cocal, piccola impresa tutta al femminile nata durante la pandemia ma ora schiacciata inesorabilmente dal caro-energia. Dopo l’arrivo di una bolletta di 52 mila euro la titolare, Chiara Lee Taiarol, ha dovuto cedere le armi e chiudere il forno, senza rinunciare alla sua passione per il vetro.

-advertising-

Prima la pandemia poi il rincaro dei costi energetici hanno costretto l’imprenditrice alla scelta

“Noi non molliamo – dice all’ANSA – nella lavorazione del vetro ci crediamo, al punto che, spento il forno principale, abbiamo già acquistato due forni di riscaldamento con i quali ci dedicheremo ad altre lavorazioni per produrre pezzi più piccoli”. Milanese, mamma americana, origini venete, dopo uno studio ed una ricerca che l’ha portata in diverse parti del mondo, dall’Australia a Seattle, Taiarol durante l’emergenza Covid ha deciso di andare controcorrente aprendo a Murano una sua fornace insieme all’amica e socia Mariana Oliboni. Prima la pandemia poi il rincaro dei costi energetici hanno costretto l’imprenditrice alla scelta, dolorosa, della chiusura.

“Quando abbiamo capito che l’unico provvedimento preso era quello dei crediti di imposta da scaricare abbiamo deciso di bloccare il funzionamento del forno”

“Abbiamo ricevuto una bolletta da 52 mila euro – sottolinea – e ce ne stanno per arrivare altre due, più o meno dello stesso importo. Speravamo in un aiuto dal governo ma quando abbiamo capito che l’unico provvedimento preso era quello dei crediti di imposta da scaricare abbiamo deciso di bloccare il funzionamento del forno grande”. El Cocal, il gabbiano in veneziano, non vuole comunque morire. “La società resta in piedi – chiarisce -. Continueremo con altre lavorazioni del vetro, come quella ‘a lume’ seguendo la nostra filosofia: massimo rispetto della tradizione, unita alla voglia di contaminarsi con generi ed arti diverse, a partire dalla musica”. (fonte: ANSA).

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico