Seguici

Cerca nel sito

Fatti

La Mostra del Cinema di Venezia apre con ‘Marcia su Roma’ di Cousins

marcia roma venezia

Marcia su Roma, il nuovo e attesissimo lavoro di Mark Cousins, apre il primo giorno della Mostra del Cinema di Venezia. Sarà distribuito in sala dal 20 ottobre in occasione del centenario della Marcia su Roma. Il film prende spunto dalla rilettura filologica di “A Noi” di Umberto Paradisi, prodotto nel 1923 come documento ufficiale del Partito Fascista. E dedicato alle giornate che portarono Benito Mussolini alla guida del primo governo dell’era fascista

Sarà Marcia su Roma, il nuovo e attesissimo lavoro di Mark Cousins, il film presentato come Evento Speciale Fuori Concorso nella giornata inaugurale della XIX edizione delle Giornate degli Autori.

-advertising-

La sezione indipendente promossa da ANAC e 100autori nell’ambito della Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia annuncia che il 31 agosto, insieme al primo film in concorso della selezione ufficiale firmata dalla direttrice artistica Gaia Furrer, sarà proprio il film-documento del regista di The Story of Film: An Odissey a caratterizzare un programma in cui le opere di finzione e quelle documentarie hanno pari dignità e rispondono a una linea editoriale ispirata al cinema degli autori, al cinema del coraggio.

“L’Italia”, ha dichiarato il regista Mark Cousins, “è il Paese che mi ha maggiormente ispirato”

Prodotto da PalomarDOC e Luce Cinecittà in collaborazione con il Saggiatore. Sarà distribuito in sala dal 20 ottobre in occasione del centenario della Marcia su Roma. Il film prende spunto dalla rilettura filologica di “A Noi” di Umberto Paradisi, prodotto nel 1923 come documento ufficiale del Partito Fascista. E dedicato alle giornate che portarono Benito Mussolini alla guida del primo governo dell’era fascista

Scritto da Mark Cousins insieme a Tony Saccucci, il film vede la partecipazione di Alba Rohrwacher nel ruolo di Anna, una donna della classe operaia che incarna il sentimento della gente comune. Dapprima entusiasta sostenitrice del regime e poi disillusa e critica. Il film vive delle immagini del grande Archivio Luce. “L’Italia”, ha dichiarato il regista Mark Cousins, “è il Paese che mi ha maggiormente ispirato a livello visivo, sono quindi entusiasta di realizzare proprio qui un film sulla cultura delle immagini”. (fonte: ANSA).

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico