Seguici

Cerca nel sito

Luoghi

Le antiche rovine del Castello di Piai

castello di Piai

Da un passato glorioso a un lento declino: l’affascinante storia del Castello di Piai. Fortificazione romana, fu resa celebre dai Da Camino

Oggi, del Castello di Piai, a Fregona in provincia di Treviso, non restano che rovine, eppure, nel passato è stato uno dei più importanti castelli della zona. Il periodo di maggior splendore va fatto risalire a quando il castello si trovava sotto la dominazione dei signori Da Camino.

-advertising-

Ovvero, nei secoli dal XIII al XV. A darne notizia è una cassaforte in legno massiccio, che risale al 1423 ed è appartenuta all’ultimo castellano, Salatino Scotti. Oggi, il prezioso manufatto si trova nella chiesa arcipretale di Fregona.

La storia antichissima del castello di Piai, dai Romani ai Da Camino

Il castello vanta un colle omonimo con vista panoramica, ai piedi del Monte Pizzoc, ovvero una propaggine occidentale del Massiiccio del Cansiglio-Cavallo. La fortificazione ha origini romane, aveva già in epoca antica funzioni di controllo lungo le vie di comunicazione.

Ma, come detto, sarà sotto i Da Camino che il castello vanterà il più ampio sviluppo. I Da Camino si insediarono a Fregona tra il 1089 e il 1198, ed è proprio in questo periodo, per consolidare il loro potere sulla valle, che costruirono la prima versione del castello, proprio su una fortificazione pre-esistente.

Il declino di un’antica fortezza attraverso i secoli

Col passare dei secoli, il castello iniziò il suo lento declino. Non sappiamo esattamente a quando risalga la sua distruzione, ma sappiamo che fu diroccato dagli ungari di Pippo Spano, che dal 1411 avevano invaso il territorio, abbattendo tutte le fortificazioni che trovavano sul loro cammino.

Ma il castello seguì anche il declino dei Da Camino, sul finire del XIV secolo. Infatti, le ultime citazioni sulla famiglia risalgono al 1383, durante la guerra con i Carraresi. Oggi, invece, del castello restano solo pochi ruderi, eppure incredibilmente affascinanti, vale la pena fare una passeggiata e immaginare il loro antico passato.

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico