Seguici

Cerca nel sito

Fatti

La Otb Diesel avvia nuovo progetto veneto-tunisino ecosostenibile

Il famoso bran vicentino Otb Diesel si fa pioniere di un nuovo innovativo progetto per il riciclaggio ecosostenibile dei tessuti

In collaborazione con l’Onu per lo Sviluppo Industriale, ll Gruppo Otb di Renzo Rosso e il suo brand Diesel daranno presto il via ad un progetto pilota di riciclo del cotone in Tunisia. Lo scopo è quello di creare un sistema di business circolare a emissioni ridotte, eco-compatibile. L’azienda vicentina del Otb e Diesel, insieme ai i suoi partner tunisini, saranno anche impegnati in un nuovo circolo virtuoso delle rimanenze derivanti dal taglio dei tessuti.

-advertising-

Il progetto

Secondo quanto riporta la stessa azienda Otb Diesel, le finalità del progetto sono orientate al rafforzamento di “pratiche di waste management all’interno dei processi produttivi, il miglioramento della differenziazione delle diverse categorie di rimanenze e l’avvio di un processo pilota di riciclo meccanico dei tessuti di scarto, composti al 100% o a prevalenza di cotone”.

Un nuovo sistema di riciclaggio

Gli scarti in buono stato verranno utilizzati per creare nuovi capi, mentre i rimanenti potranno essere impiegati da altri utilizzatori finali. Il progetto interviene in Tunisia perchè nel paese nordafricano vengono prodotte 31.000 tonnellate di rifiuti dall’industria tessile, e il 55% di questi è classificato come scarto.

Ridurre l’impatto ambientale

La sostituzione delle fibre tessili vergini con quelle riciclate, ridurrebbe l’impatto ambientale del settore. Così facendo Otb Diesel riuscirebbe a salvaguardare le risorse idriche, riducendo le emissioni di carbonio e la dispersione di sostanze chimiche pericolose per l’agricoltura.

Tra Onu e Ue

Il progetto della Otb e Diesel è compreso nel programma SwitchMed, finanziato dall’Unione europea. Realizzato in collaborazione con il governo tunisino e con la Federazione tunisina del tessile e dell’abbigliamento (Ftth), il progetto potrebbe essere pioniere all’interno del settore. La moda moderna va infatti sempre più verso una maggiore sostenibilità e utilizzo di materiali e tessuti riciclati.

Michele Fine

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico