Seguici

Cerca nel sito

Fatti

In Cadore una mostra sui dinosauri apre il Jurassic Park veneto

Tornano sulle Dolomiti dopo 200 milioni di anni per posare alla mostra sui dinosauri nel bellunese

E se vi dicessimo che le Dolomiti erano isole in un mare preistorico? Ovviamente stiamo parlando però di duecento milioni di anni fa. Un mondo completamente diverso da quello odierno, dove vivevano giganteschi esseri. Quest’estate una mostra sui dinosauri ci catapulterà nella preistoria.

-advertising-

La mostra interna del museo

Dal 9 luglio all’11 settembre 2022, il Museo Paleontologico, Archeologico e Storico Vittorino Cazzetta di Selva di Cadore, in provincia di Belluno, ospita la mostra “Dinosauri in carne e ossa. Val Fiorentina – Dolomiti ‘Le origini’”. La mostra comprende circa venti riproduzioni di dinosauri e animali preistorici a grandezza naturale. Il Jurassic Park veneto sarà in due sezioni: una interna al museo e l’altra all’aperto. Nella prima sezione, quella interna, troveremo dodici dinosauri italiani tra cui Tito, il sauropode titanosauro proveniente da Roma. Incontreremo poi il dinosauro lombardo Saltriovenator e Ciro, il cucciolo di carnivoro rinvenuto in provincia di Benevento.

La mostra esterna nel bosco

Uscendo poi nella frazione di Santa Fosca, ad accesso libero, Entriamo nella mostra sui dinosauri che subirono la grande estinzione che ha segnato la fine dell’Era Mesozoica. Tra gli esemplari che posano tra la natura troviamo anche l’enorme predatore Tyrannosaurus. Viè poi l’erbivoro corazzato Triceratops e il dinosauro piumato Anzu. Quest’ultimo particolarmente interessante in quanto imparentato con gli uccelli contemporanei. Questo ci ricorda che, nonostante l’estinzione, i dinosauri, in qualche modo, sono ancora tra noi.

Le altre iniziative

Oltre alla mostra sui dinosauri, le iniziative in programma nel corso dell’estate sono l’escursione guidata al masso sul Monte Pelmetto, dove Vittorino Cazzetta scoprì le orme dei dinosauri. Fu il primo ritrovamento con queste caratteristiche a livello italiano. Si terrà poi l’escursione sull’altopiano di Mondeval de Sora, dove viveva e cacciava Valmo, l’uomo mesolitico di Mondeval, risalente a oltre 7mila anni fa. La Val Fiorentina tuttavia non è solo storia e preistoria: è un territorio ricchissimo, che si svela attraverso tradizioni e tipicità, sport e cultura. Per saperne di più, basta andare sul sito www.valfiorentina.it

Andrea Pesavento

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico