Seguici

Cerca nel sito

Fatti

Il padovano a capo degli industriali italiani nell’Ucraina in guerra: “Non molliamo, nostre imprese come trincea”

Il presidente di Confindustria Ucraina, Marco Toson, costruttore padovano con attività a Kiev, racconta il dramma della guerra visto con gli occhi degli imprenditori veneti

“Siamo scioccati”, “ora c’è tanta paura”. L’invasione russa è una “evoluzione incredibile” che ha colto di sorpresa anche chi lavora da anni in Ucraina, gli industriali italiani: “Eravamo Impreparati. Nessuno voleva credere che si sarebbe arrivati a questo”, racconta all’ANSA il presidente di Confindustria Ucraina, Marco Toson, costruttore padovano con attività a Kiev. “Le famiglie sono rientrate, gli imprenditori sono rimasti là, a presidiare le aziende, accanto ai dipendenti. Hanno deciso di non allontanarsi. E’ una scelta difficile ma gli imprenditori sono gli ultimi ad abbandonare l’azienda”. Imprese come trincee in guerra: gli industriali italiani in Ucraina oggi vivono l’emergenza, si lavora sui piani per la sicurezza, ma il pensiero è anche al futuro delle imprese.

-advertising-

“Siamo tutti preoccupati perché come imprenditori non sappiamo dove andremo”

“Siamo tutti preoccupati perché come imprenditori non sappiamo dove andremo a parare il colpo. Diversi di noi avevano pronti altri investimenti importanti, anche già finanziati, perché il mercato ucraino ha avuto una rapida crescita anche l’anno scorso, durante il Covid. Erano pronti fondi e attrezzature anche per raddoppiare gli stabilimenti. Adesso stiamo vivendo un momento di di confusione, stiamo vivendo l’emergenza per aspettare cosa sarà il dopo”.

“Come Confindustria Ucraina abbiamo subito creato una unità di crisi. Abbiamo aperto un emergency desk per le imprese (numero di emergenza +39.389.8745065). Stiamo raccogliendo informazioni, cerchiamo di redarre un piano di di sicurezza”. E “stiamo facendo uno screening delle aziende, delle diverse situazioni, per poter avere un report da portare a Roma e, con il presidente di Confindustria Carlo Bonomi, capire esattamente cosa serve, cosa sarà possibile fare”. (fonte: ANSA).

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico