Seguici

Cerca nel sito

Persone

Il Cracco furioso e le sue verità a processo

cracco processo verona

“Carlo Cracco stella cadente”: nelle aule del tribunale di Verona il cuoco vicentino dice oggi per la prima volta la sua nel processo che lo vede parte lesa per diffamazione

Galeotta fu la recensione. E oggi Carlo Cracco, presente in aula a Verona per il processo che lo vede parte lesa, si leva qualche sassolino nella scarpa rispetto alla dura recensione che il giornalista veronese Achille Ottaviani, nel ruolo invece dell’accusato, gli riservò nel 2016 in occasione del pranzo di gala per il 50esimo anniversario di Verona Fiere.

-advertising-

Cracco: “Un articolo gravemente diffamatorio che è stato ripreso da testate nazionali e principali siti online. Una recensione lesiva per me e per la mia squadra”

La cornice era quella dell’Arena, lo splendido anfiteatro veronese. Quattrocento i vip invitati. Tra di loro Achille Ottaviani, ex senatore e direttore di una nota testata veronese, a cui la cena proprio non parve piacere. Tanto da pubblicare una recensione invero piuttosto ruvida: “Una stella cadente”. Secondo Ottaviani “tutti alla fine se ne sono usciti delusi, un po’ affamati e tentati di entrare nei kebab limitrofi”. Apriti cielo.

“Qualità del cibo e relative mescolanze” che “sono state per la gran parte dei 400 vip invitati una delusione”. Tanto che “tutti alla fine se ne sono usciti delusi, un po’ affamati e tentati di entrare nei kebab limitrofi”

Nonostante il pm avesse chiesto l’archiviazione, il giudice aveva altrimenti: “non si può invocare il diritto di critica poiché l’articolo richiama fonti generiche, vaghe e sostanzialmente impersonali, non controllabili, assimilabili alla vox populi”. La notizia non era oggettiva, ma soggettiva. Eccoci quindi all’oggi, con il processo in corso. Con lo chef vicentino che per la prima volta ha esposte le sue contestazioni: “Nessuna critica, ma solo complimenti. Altro che delusione. Una pubblicazione i cui contenuti non corrispondono in alcun modo al vero”. Ora sarà un giudice a stabilire chi avesse ragione.

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico