Seguici

Cerca nel sito

Ultime notizie

Arriva l’ordinanza che vieta di consumare alcol all’aperto a Vicenza

vicenza

Per il sindaco di Vicenza, Francesco Rucco, la Zona Bianca non basta. Fino al 30 giugno è vietato consumare alcol all’aperto a Vicenza.

Grazie a un’ordinanza del sindaco vicentino, valida fino al 30 giugno, sorseggiare uno Spritz passeggiando potrebbero costare fino a 200 euro di multa. Di fatto sarà vietato consumare alcol all’aperto a Vicenza. Non solo, la data del 30 giugno potrebbe anche slittare in base al protrarsi dello stato d’emergenza nazionale, che garantisce il poter emanare determinate misure.

-advertising-

Per usare le parole ufficiali si tratta di una «nuova ordinanza contingibile e urgente per prevenire gli assembramenti in ottemperanza alle misure anticontagio e garantire una civile convivenza con i residenti». Dunque, per il bene dell’ordine pubblico, lo Spritz andrà bevuto solo al bancone del bar o al tavolino.

Si ripercorre la via tracciata nel 2020 con l’ordinanza analoga, ma le multe passano da 50 a 200 euro

Davanti alla protesta e incredulità dei cittadini, il sindaco spiega le sue ragioni. «Si tratta chiaramente di un deterrente condiviso con le categorie di rappresentanza degli esercizi pubblici, che è volto ad eliminare quei comportamenti legati all’abuso di alcol ai quali abbiamo assistito in alcune occasioni, nelle quali si sono verificati contestualmente anche assembramenti pericolosi dal punto di vista della salute pubblica. Il virus non è scomparso e dobbiamo ricordarcene mantenendo gli atteggiamenti virtuosi che ci hanno accompagnato fino a qui».

Oltre che prevenire i contagi, quindi, si tratterebbe di voler salvaguardare l’ordine pubblico. Infatti, parrebbe che, soprattutto nel centro storico, numerose risse sarebbero state provocate proprio da gruppetti di ragazzi con in mano alcolici. Oltre, naturalmente ai sempre più noti assembramenti.

Cosa ci si potrebbe aspettare dalla Zona Bianca?

Con l’imminente entrata del Veneto in Zona Bianca, il timore del sindaco vicentino e delle istituzioni è che l’euforia per il “liberi tutti” crei un effetto a catena pericolosissimo, in cui la gente uscirà in città per prendere l’aperitivo, passeggiando e rischiando di creare assembramenti e risse.

Il primo timore, però, è sempre il ritorno del virus e il voler proteggere gli abitanti del centro dalla massa di persone che potrebbero recarvisi per passare una serata tra amici, a lungo negata dalle misure anti-contagio.

Prevenire assembramenti e risse ecco i motivi del divieto di consumare alcol all’aperto a Vicenza

L’assessore alle Attività produttive Silvio Giovine spiega l’ordinanza sul sito ufficiale del comune. «Già durante il primo periodo dopo il lockdown la firma dell’ordinanza ha portato a risultati efficaci sotto il profilo della prevenzione di assembramenti. Con questa misura puntiamo a rafforzare il tema del decoro urbano visto che vogliamo capitalizzare il più possibile gli sforzi che stanno facendo gli esercizi pubblici».

Le istituzioni, quindi, si dicono molto fiduciose che questa ordinanza possa ottenere ottimi risultati. Si ricorda che è già in vigore e che le forze dell’ordine la faranno rispettare. Quindi se non volete che lo Spritz vi costi decisamente troppo, dovrete consumarlo al bancone del bar.

Elisa Filomena Croce

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Ultime notizie

Da domani, lunedì 15 marzo, il Veneto entra in zona rossa. Non un lockdown ma poco ci manca. Ecco la lista dei principali divieti...

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Nei primi giorni di luglio, dall’8 all’11 ci sarà un ritorno alle vecchie restrizioni con Venezia in Zona Rossa per il G20 Il G20...

Copyright © 2021 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it