Seguici

Cerca nel sito

Fatti

Da Roma 37 milioni di euro per 84 chilometri di nuove ciclovie turistiche nel Veneto

Arriva il decreto che destina al Veneto oltre 37 milioni di euro per la realizzazione di circa 84 chilometri di ciclovie turistiche, per gli anni dal 2021 al 2026

E’ stato firmato dal ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Enrico Giovannini, dal ministro della Cultura Dario Franceschini e dal ministro del Turismo Massimo Garavaglia, il decreto che destina al Veneto oltre 37 milioni di euro per la realizzazione di circa 84 chilometri di ciclovie turistiche, per gli anni dal 2021 al 2026. Le ciclovie di interesse nazionale oggetto di finanziamento in Veneto sono cinque: la ciclovia Vento, la ciclovia Sole, la ciclovia Adriatica, la ciclovia del Garda e la Trieste-Lignano Sabbiadoro-Venezia.

-advertising-

“L’ottenimento di queste risorse è frutto di un grande lavoro di concertazione sui tavoli ministeriali, condiviso con le altre regioni, che ci consente di proseguire nell’esecuzione di gran parte dei lotti funzionali delle ciclabili in programma”, ha commentato la Vicepresidente e Assessore alle Infrastrutture e Trasporti del Veneto, Elisa De Berti.

I progetti dovranno garantire il rispetto dei caratteri storico-culturali e paesaggistici

Nel corso del 2022 inizieranno le attività di progettazione definitiva ed esecutiva dei lotti funzionali per ciascuna delle cinque ciclovie, che saranno predisposte dalla Regione tramite la società Veneto Strade e che verranno condivise nei tavoli interregionali istituiti per ciascuna ciclovia, con le Regioni interessate di volta in volta dai tracciati. I progetti dovranno garantire il rispetto dei caratteri storico-culturali e paesaggistici nonché, con riferimento alla configurazione della singola ciclovia nel suo sviluppo complessivo, la omogeneità tecnica e architettonica, compatibilmente con i caratteri degli ambiti territoriali attraversati. Una volta approvati i progetti dal MIMS, potranno partire i lavori di realizzazione degli interventi, presumibilmente nei primi mesi del 2023.

“Siamo destinatari di un importante investimento che avrà delle ricadute positive anche dal punto economico per il Veneto e le aree attraversate dagli itinerari. La Regione – conclude la Vicepresidente De Berti – punta su opere in perfetta simbiosi con il territorio circostante e crede molto sulla ciclabilià come forma di mobilità sostenibile e di fruizione turistica”.

La redazione

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico