Seguici

Cerca nel sito

Luoghi

Il luogo più romantico del Veneto: il Balcone di Giulietta

Luogo simbolo di Verona e del romanticismo, il balcone di Giulietta è in realtà un falso, eppure questo non intacca il suo fascino

Uno dei luoghi più conosciuti e visitati della città scaligera è di certo il suo balcone di Giulietta; legato indissolubilmente alla tragedia shakespeariana dei due amanti sfortunati, ambientata proprio “nella bella Verona”: Romeo e Giulietta.

-advertising-

Schiere di turisti di ogni genere, giorno dopo giorno, si recano in via Cappello per immortalare quel balcone; da cui immaginano essersi affacciata Giulietta mentre recitava il celebre monologo al suo innamorato. Non solo, negli anni sono stati lasciati messaggi, bigliettini di innamorati di passaggio.

Turisti da tutto il mondo giungono a Verona per lasciare bigliettini e messaggi ai due sfortunati amanti shakesperiani

Non tutti sanno, però, che si tratta di un vero e proprio falso storico! Il bellissimo edificio trecentesco, diventato famoso come “la casa di Giulietta”; con il balcone caratteristico che tanto sembra ricordare la tragedia, non apparteneva affatto ai Capuleti.

Le proprietà dei Capuleti, infatti, si trovano vicino all’argine dell’Adige. Tuttavia, agli inizi del Novecento, furono necessari degli importanti lavori di restauro per evitare future inondazioni, che portarono alla demolizione di alcune case medievali.

Il balcone di Giulietta fu ritrovato nelle case medievali in riva all’Adige e poi spostato a casa Cappello

Trovarono un balconcino di età gotica in una casa medievale. Fu così che il direttore dei musei civici di allora, Antonio Avena, decise di posizionarlo nel cortile della casa della famiglia Cappello; che il comune di Verona aveva appena acquistato per farlo diventare un museo.

Fu così che nacque la leggenda del balcone di Giulietta; e che portò migliaia di turisti e innamorati e credere che quello fosse davvero il luogo in cui i due innamorati della tragedia si siano scambiati le loro eterne promesse d’amore. Che vivono, in realtà, nelle pagine immortali che da sole valgono ogni luogo.

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico