Seguici

Cerca nel sito

Fatti

27enne si arrampica su una gru per fare parkour a Vicenza

Potremmo parlare di scimmie umane nella giungla metropolitana o di tragedie sfiorate ma, per oggi, fortunatamente parliamo di sport. Pericoloso e fuori dagli schemi (anche un pò di testa), certo, ma pur sempre uno strano e adrenalinico sport.

-advertising-

Come i supereroi della Marvel

Forse ispirato dai supereroi della Marvel che pochi giorni fa si sono calati per beneficienza all’ospedale San Bortolo, un 27enne veneto si è arrampicato la scorsa notte nel centro storico di Vicenza. Il suo “monte”? Una gru! Il suo obbiettivo? Fortunatamente il parkour! Sport di salto agli ostacoli, negli ultimi anni in voga tra giovani e giovanissimi per la disperazione dei genitori.

A 50 metri di altezza

In bilico a 50 metri da terra, l’uomo ragno vicentino è stato visto da alcuni passanti che hanno immediatamente lanciato l’allarme. Gran parte dei testimoni ha subito pensato infatti ad un tentativo di suicidio. Non che le acrobazie compiute dal giovane siano state meno allarmanti del fatale gesto, fortunatamente scongiurato.

Un gioco vertiginoso

L’allenamento dello strano atleta è avvenuto la notte scorsa, poco dopo la mezzanotte, nel cantiere di Palazzo Chiericati. Chiamati dai carabinieri che a loro volta erano stati chiamati da alcuni cittadini, i vigili del fuoco sono arrivati in piazza Matteotti con il personale del Saf, Speleoalpino fluviali, increduli di ciò che vedevano. Arrampicatosi a ben 50 metri di altezza sul lungo braccio della gru edile, a sua volta, il giovane si gustava la scena.

Lo spiderman vicentino

In un primo momento gli uomini dell’Arma avevano invitato “l’acrobata” a scendere ma, ribelle fino all’ultimo, in tutta risposta il 27enne si è invece spostato sul punto più estremo del braccio della gru. Al telefono con il 118, il giovane ha rassicurato i soccorritori che non aveva nessuna intenzione di suicidarsi.I pompieri hanno quindi organizzato il recupero in sicurezza del giovane

Aiutato a scendere

Raggiunto sulla sommità della gru, due operatori dei VVFF hanno imbragato il 27enneiniziando il vertiginoso percorso a ritroso. Aiutato dai vigili del fuoco, il ragazzo è da prima tornato sui suoi passi lungo il braccio laterale, per poi scendere dal traliccio. Dopo un dovuto controllo sanitario da parte dei soccorritori, verso le 4 di mattina lo spiderman vicentino è stato preso in consegna dai carabinieri.

Lieto fine, o quasi

Un gioco pericoloso che avrebbe potuto avere conseguenze ben più tragiche, ma che si è fortunatamente concluso bene. Ora però gli inquirenti valuteranno possibile reati come “violazione di domicilio” o “procurato allarme”.

Andrea Bonazza

Iscriviti alla newsletter

Per rimanere aggiornato

* campo obbligatorio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Persone

Nella conferenza stampa odierna di aggiornamento sulla situazione dell’epidemia il governatore del Veneto Luca Zaia si abbandona ad uno sfogo. E spiega perché, nonostante...

Fatti

Si inasprisce lo scontro sul green pass, anche tra le stesse Istituzioni: a Santa Lucia di Piave, in provincia di Treviso, il Consiglio comunale...

Persone

Paolo Bellavite, per anni Professore di Patologia generale dell’università di Verona, martedì scorso alla trasmissione de La7 “Di Martedì” ha espresso alcuni dubbi sui...

Fatti

«Non è più richiesta e non porta guadagni»: queste le motivazioni che hanno portato alla sospensione della terapia col plasma nell’ospedale di Padova Della...

Copyright © 2022 Il Serenissimo Veneto. Blog di notizie dal Veneto - info@ilserenissimoveneto.it
Plurisettimanale, iscritto al n. 211/2021 del Registro della stampa, Tribunale di Roma
Direttore Responsabile: Simone Pellico